Visualizzazione di tutti i 3 risultati

Show sidebar

Fare la birra in casa. Guida completa per homebrewer del terzo millennio – di F. Antonelli e A. Ruggiero

SCARICA L’ESTRATTO DEL LIBROClicca qui

ISBN: 978-88-945365-0-8 – Pagine: 356

Un libro dall’approccio moderno, nato con l’intento di spiegare con chiarezza e in maniera dettagliata come si produce birra in casa alla luce delle nuove tecnologie e delle ultime conquiste teoriche. Un manuale esaustivo capace sia di prendere per mano il neofita e accompagnarlo passo dopo passo a produrre buona birra, che di rispondere ai dubbi e alla sete di conoscenza dell’homebrewer più evoluto in cerca di approfondimenti e consigli.

FRANCESCO ANTONELLI
Ingegnere classe 1977, si appassiona presto alla birra e nel 2000, insieme ad amici, lancia il sito antidoto.org che per diversi anni racconta la vita da pub nella Capitale. Nel 2012 brassa la sua prima birra casalinga. È docente in corsi di degustazione e homebrewing, e sul suo blog brewingbad.com raccoglie tutte le sue esperienze nel mondo brassicolo.

ANGELO RUGGIERO
Ingegnere Meccanico classe 1983, comincia con l’homebrewing nel 2006, nel 2017 diventa giudice BJCP e poco dopo birraio per il birrificio Lieviteria. Scrive per Fermento Birra Magazine ed è docente in corsi di degustazione e homebrewing. Dal 2010, tramite la pagina facebook di Berebirra, racconta di homebrewing, viaggi birrari e tanto altro.

Birra in Franconia – di Manuele Colonna

Birra in Franconia. Diario di viaggio alla riscoperta della tradizione brassicola francone

“I villaggi della Franconia, soprattutto nei dintorni di Bamberga, sono gli ultimi baluardi di una tradizione secolare… In pochi posti al mondo la birra è così parte integrante della comunità locale e in molti casi una sola birra rappresenta la quotidianità di ogni singolo abitante. Qua non si beve largamente la birra, nel senso più ampio del termine, qua si beve più che largamente UNA birra: quella locale, e basta. Ogni villaggio, una birra, una famiglia che la produce e la serve, una storia da raccontare, clienti che per generazioni sono seduti allo stesso tavolo: non c’è altro posto al mondo simile.
L’immersione in queste realtà aiuterebbe molto l’appassionato attuale che vive questo momento di totale esplosione, alle volte incontrollata, del fenomeno della birra artigianale. Il viaggio e la ricerca sono sempre occasione di confronto e di crescita e coltivare la propria passione, con una visita in questi luoghi dove la birra ha una funzione quotidiana da secoli, slegata da leggi di mercato o da birre tese semplicemente a stupire il palato e brassate senza cognizione di causa, regala certamente una consapevolezza maggiore, che si riversa nelle scelte quotidiane e nel comprendere al meglio il momento attuale della nostra bevanda preferita.
Vedere sgorgare una Kellerbier dalla botte è un gesto a cui si assiste con devota ammirazione, soprattutto quando la birra viene versata negli splendidi e ruvidi boccali grigi in ceramica, lavorati con lo smalto al sale, e dalle decorazioni blu cobalto, in un connubio di perfetta artigianalità che si tramanda da secoli. Ogni volta che quel boccale arriva al tavolo ringrazio di aver avuto ancora la possibilità di poter assistere a quel gesto, sperando che si preservi anche per le future generazioni, rispettosamente.”

Manuele Colonna

 

 

Il libro “Birra in Franconia”, edito dalla società Publigiovane, è scritto da Manuele Colonna e racconta esperienze, ambienti, tour, aneddoti, tutti rigorosamente di stampo birrario, vissuti dall’autore nei suoi continui e lunghi viaggi alla scoperta del mondo francone. Le fotografie sono state scattate da Michael James, beer traveller di fama mondiale.

Pagine 176.

Antiche Birrerie Italiane – di Michele Airoldi

Sono passati dodici anni da quando Michele Airoldi, storico delle birrerie italiane, ha pubblicato il suo primo volume “Birrerie storiche d’Italia” ed ecco, fresco di stampa, un secondo volume assolutamente nuovo, sia come concezione che come contenuto.
Riprende, non potrebbe essere diversamente, la storia delle undici birrerie protagoniste del primo volume ma solo come filo conduttore della storia di molte altre birrerie minori di cui è riuscito a scoprire notizie molto interessanti.

Inoltre, questo secondo volume, comprende:
–    un elenco di circa 180 birrerie di cui è stata appurata con certezza l’esistenza. Per oltre novanta di queste si racconta la storia.  A volte breve, a volte molto dettagliata;
–    un capitolo dedicato alle Malterie che producono l’elemento principe per la produzione della birra;
–    un capitolo dedicato a documenti storici utili per comprendere le vicissitudini dei fabbricanti di birra nel corso di quasi due secoli. Il più vecchio addirittura del 1834!
–    un capitolo dedicato alle immagini delle fabbriche spesso di notevole interesse architettonico.

Dulcis in fundo, la seconda parte, di ben 96 pagine a colori, è dedicata all’oggettistica pubblicitaria prodotta fra fine 800 e gli anni 50/60 (manifesti, cartoline pubblicitarie, insegne, bicchieri, sottobicchieri, etichette, lattine). Ogni genere è preceduto da una breve introduzione che ne racconta la storia e fornisce indicazioni su come collezionare. Si tratta di ben 500 immagini di assoluta rarità e bellezza.

Edizione lusso, copertina cartonata, cm. 21×29, rilegatura in filo di refe, 208 pagine.

In esclusiva per Fermento Birra Magazine a 29,90!